Scommesse sportive come investimento per creare reddito

Per molti potrebbe sembrare un accostamento forzato ed addirittura contradditorio, invece la nuova frontiera della finanza e degli investimenti sta diventando proprio quella del betting, le scommesse sportive.

La gente è propensa normalmente ad unire il mondo delle scommesse a quello del puro divertimento e forse questo è il principale motivo che porta la maggior parte degli scommettitori ad essere perdente ed a vincere solo in rari casi dovuti al caso ed alla fortuna.

Parlare di investimenti ci porta invece a pensare sopratutto al trading ed è normale credere che per poter entrare in un settore di questo tipo occorre molta preparazione a differenza invece delle scommesse che rappresentano più un connubio di intuizioni e di mosse fatte secondo le sensazioni del momento.

Invece quelli che molti non sanno è che i grandi istituti finanziari hanno cominciato ad inserire nei propri portafogli le scommesse sportive andando a dedicargli una parte del capitale disponibile e questo non avviene purtroppo in Italia ma in altri paesi molto più avanti e propensi alle innovazioni.

Uno di questo è il Regno Unito, già proprio i fautori della Brexit che da un giorno con l’altro dovrebbero fallire secondo gli “espertoni” di finanza e che invece continuano a darci lezioni in molti campi, uno di questi proprio quello legato agli investimenti grazie a manager molto preparati e ad una cultura completamente diversa dalla nostra.

Come diventare un investitore di successo nel mondo delle scommesse

La chiave per avere successo nell’ambito delle scommesse è quella di comportarsi come un professionista e di avere delle regole e strategie precise da applicare rigorosamente. Nulla va lasciato al caso per poter trasformare quello che era considerato come un hobby in un vero e proprio business di successo.

Che differenza c’è fra un trader che opera in borsa ed un bettor che si occupa di eventi sportivi? Questa è una domanda molto importante, la cui risposta ci permette di entrare in maniera chiara nel concetto principale che deve arrivare all’utente finale.

La differenza è solamente la materie trattata in quanto il trader analizzerà gli aspetti che condizionano i mercati finanziari relativamente allo strumento su cui vorrà andare ad investire i propri soldi mentre il bettor studierà l’evento di suo interesse presente all’interno dei mercati sportivi, perché anche qui di mercati si tratta, alla ricerca delle conferme necessarie per piazzare una puntata di gioco.

Il concetto su cui entrambi gli operatori saranno focalizzati sarà la ricerca di valore, ovvero capire in base alle proprie conoscenze ed alle dinamiche presenti a mercato, se conviene o meno comprare ed investire soldi in un determinato mercato.

 

Perchè sia che si investe o che si scommette, i nostri soldi saranno destinati a cercare valore all’interno di un determinato strumento da noi scelto che sia esso l’azione di un’azienda o la quota abbinata alla vittoria di una squadra di calcio in una determinata partita.

Quello che prima di tutto noi vogliamo offrirvi è proprio tutta quella serie di competenze che vi permettono di fare la scelta giusta in termini di investimento in modo da effettuare la scelta più corretta e a nostro favore.

Betting come professione, betting come fonte di denaro e di conseguenza di reddito. Reddito da betting come nome del progetto a cui stiamo dando un inizio ufficiale nel nostro Paese.

Perchè la maggior parte degli scommettitori è perdente?

Questa frase l’ho già sentita e riferita al trading online in percentuali forse meno disastrose ma pur sempre nettamente negative per chi si cimenta in un’attività di investimento e quindi di rischio.

Il 98% degli scommettitori perde perché non è a conoscenza dei principi e delle regole base per impostare questa attività come un business e forse non sono nemmeno disposti a capire ed imparare per poter evitare questi errori fondamentali.

Capire la differenza fra azzardo ed investimento fa tutta la differenza del mondo e diventa l’aspetto più importante che sta alla base del vincere o perdere una scommessa.

In particolare e scendendo più nel dettaglio, gli scommettitori perdenti non hanno alcuna idea di cosa significhi avere una strategia e gestire il bankroll e nemmeno hanno capito l’importanza fondamentale di scommettere sulle singole e non sulle multiple, inteso come giocate.

Le multiple, ovvero giocare più eventi contemporaneamente, sono la vera causa dell’insuccesso continuo di tutti i piccoli scommettitori, unito ad una buona dose d’impazienza ed a una cattiva gestione del proprio capitale disponibile.

Lo scommettitore medio non riesce proprio a digerire il fatto di giocare su un singolo evento mettendo sempre in evidenza come ci sia poco margine di guadagno e troppo tempo da aspettare prima di ottenere risultati di una certa valenza.

Niente di più sbagliato, basta pensare al trading. Nessuno investe su strumenti multipli nello stesso tempo, al massimo viene creato un portafoglio che vada ad equilibrare la scelta fatta ma chiaramente tutto viene basato su correlazioni che mantengono il mercato in equilibrio cosa che non puoi trovare negli eventi sportivi.

Resta il fatto che la miglior puntata in chiave rendimento sia nello sport che nel trading resta sul singolo evento o strumento ed è quella la base del successo.

Ma prendiamo in considerazione qualche numero basandoci sulla matematica e la statistica riguardo le fantomatiche giocate multiple che possono renderci ricchi subito.

Se giochiamo una schedina classica con molte partite fino a raggiungere una bella quota 20, la percentuale di successo di questa nostra puntata sarà un misero 0,05%.

Basta infatti dividere 1/20, cioè il valore della quota e come sempre la matematica non essendo un opinione ci dà chiaramente la probabilità di successo della nostra schedina.

In pratica le possibilità di vittoria della nostra giocata saranno una su 2000 che non mi pare una buona garanzia di vittoria ma tutt’altro.

Già in partenza dovremmo essere consapevoli che il nostro investimento non ci frutterà nulla, ma lo scommettitore medio non riflette su questo aspetto ma si abbandona a fantasticare sul miraggio di quell’unica possibilità che lo potrebbe rendere ipoteticamente vincente.

Il banco vince sempre? Il punto di forza dei bookmakers

Molti pensano che i bookmakers ci diano la possibilità di giocare per vincere facilmente. Ci invitano ad aprire un conto offrendoci un’infinità di bonus sulle giocate quasi fossero degli istituti di beneficenza.

La realtà è chiaramente un’altra perché se andiamo a leggere fra le righe dei regolamenti, scopriamo come i bonus siano vincolati principalmente su giocate multiple, quindi quelle statisticamente più perdenti.

Noi versiamo per prendere il bonus, giochiamo la multipla, perdiamo regolarmente nella maggior parte dei casi ed i bookmakers incassano, il banco infatti vince sempre.

Anch’io ho passato il tempo ad illudermi di piazzare la multipla vincente e quando ho capito la realtà dei fatti ho deciso di creare il progetto Reddito da Betting proprio perché mi sono reso conto di come sia importante avere una strategie e delle regole di gioco che vanno ad equiparare le scommesse sportive agli investimenti finanziari.

Ma perché la gente preferisce il betting al trading? Semplice perché lo sport è alla portata di tutti ed ognuno di noi, sopratutto in Italia, pensa di essere un grande esperto.

Basta girare fra i social e vedere quanta gente si professa intenditore, allenatore, manager, senza poi in realtà conoscere approfonditamente il tema trattato.

Nel trading non si può fare così, occorre preparazione, studio, pratica e a volte non basta nemmeno quello per vincere la battaglia sui mercati finanziari.

Ma l’errore fondamentale di chi sceglie le scommesse per investire i propri soldi è proprio quello di pensare che in questo settore non serva preparazione e che tutto sia facile, intuitivo e dipendete dalla fortuna.

Certo se ci si limita a classificare tutto come gioco d’azzardo può anche essere vero, ma allora bisogna limitarsi a restare fra quel 98% di scommettitori che perde soldi regolarmente.

Invece se pianifichiamo le scommesse sportive come un vero e proprio investimento finanziario ecco che allora andiamo alla ricerca di valore e questo ci porta ad analizzare tutti i singoli aspetti che condizionano i mercati sportivi e gli esiti degli eventi, a partire dalle quote e dalle loro variazioni fino ad arrivare alle strategie di gioco ed alla gestione del rischio e sopratutto del proprio capitale.

I migliori bettors sono anche dei traders nella maggior parte dei casi e questo perché i principi base del trading dalla psicologia, al money management ed ai rapporti di rischio rendimento, sono gli stessi necessari da applicare al mondo delle scommesse sportive che diventa alla fine una vera e propria materia finanziaria nella quale è richiesto studio, preparazione e dedizione prima di arrivare al successo finale.

Se tutte queste mie considerazioni hanno finalmente risvegliato qualcosa nel tuo modo di vedere il mondo delle scommesse sportive, allora sei arrivato nel sito giusto dove l’obiettivo sarà quello di formare in maniera seria e completa tutti gli aspiranti bettor vincenti attraverso metodo, discipila e costanza.

BookmakerBonus e PromozioniScommesse
10 euro deposito
bonus disponibili
Sport
Sport Live
Casino
Punta e Banca (trading sportivo - Betting Exchange)

10 euro deposito
bonus disponibili
Sport
Sport Live
Casino

Attachment

Leave a Comment

(required)

(required)